• Via di San Gallicano, Rome, Italy
  • (39) 06 8992225
  • dream@santegidio.org

PREMIO BALZAN 2004

PREMIO BALZAN 2004 
PER L’UMANITA’, LA PACE 
E LA FRATELLANZA TRA I POPOLI
ALLA COMUNITA’ DI SANT’EGIDIO

Le motivazioni :
Per l’impegno della Comunità di Sant’Egidio nel rilanciare nel mondo la convivenza pacifica tra gruppi di etnia diversa e nel promuovere, indipendentemente dal credo religioso, l’azione umanitaria, di pace e di fratellanza fra i popoli, e in particolare per la realizzazione del suo programma DREAM, il ‘sogno’ di lotta all’AIDS e alla malnutrizione che si sta realizzando in Mozambico, modello concreto per altri paesi africani in difficoltà.

In occasione della consegna del Premio Balzan 2004 per l’umanita’, la pace e la fratellanza tra i popoli Il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi si recherà in visita presso la Comunità di Sant’Egidio.

IL PREMIO BALZAN PER LA PACE:
IL PREMIO DI PAPA GIOVANNI E DI MADRE TERESA

Il Premio per l’umanità, la pace e la fratellanza tra i popoli è un premio speciale assegnato dalla Fondazione Balzan a una persona o a un organismo che si è distinto per gli alti meriti umanitari.

Fino a ora è stato vinto da Papa Giovanni XXIII, da Madre Teresa, dall’Abbé Pierre, dalla Fondazione Nobel, dall’Onu (Alto commissariato per i rifugiati), dal Comitato Internazionale della Croce Rossa e dal pachistano Abdul Sattar Edhi.
I Premi Balzan vengono attribuiti a materie diverse, nell’ambito delle scienze esatte e delle scienze umane. Sono tra i riconoscimenti umanistici e scientifici più importanti nel mondo, sia per il rigore scientifico nella loro attribuzione, sia per il valore dei Premi assegnati (il Premio per la pace assegna due milioni di franchi svizzeri, circa 1 milione 300 mila euro). Il loro scopo è incoraggiare nel mondo, senza distinzioni di nazionalità, di razza e di religione, la cultura, le scienze e le più meritevoli iniziative umanitarie, di pace e di fratellanza fra i popoli. Proprio per quest’ultimo scopo è previsto un Premio speciale, da assegnare a intervalli di tempo non inferiori al triennio.
La Fondazione è nata a Lugano nel 1956 grazie alla generosità di Angela Lina Balzan la quale, alla morte del padre Eugenio Balzan, ereditò un cospicuo patrimonio che volle destinare a un’opera che ne onorasse la memoria.
Eugenio Balzan, nato nel 1874, fu per lunghi anni prima giornalista poi amministratore e anche comproprietario, per una piccola partecipazione, del "Corriere della Sera". Lasciò l’Italia nel 1933 per l’opposizione di ambienti fascisti ostili all’indipendenza del "Corriere". Amministratore abile e oculato del proprio patrimonio, aveva investito le proprie rendite in Svizzera, dove morì nel 1953.
La Fondazione Internazionale Balzan "Fondo", con sede a Zurigo, amministra oggi questo patrimonio. La Fondazione Internazionale Balzan "Premio", con sede a Milano, si occupa dell’individuazione dei Premiati e dell’assegnazione dei Premi, ed elabora e dirige la politica della Fondazione.

Links

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail