Italiano |  English |  Français |  Español |  Português |  Deutsch |  Kiswahili  
Back | Home page | Archivio | Ricerca | Condividi su Facebook | Mail |

22/09/2011

Repubblica di Guinea: La «Première Dame» inaugura il centro DREAM di Dubreka

Il 20 settembre a Dubreka, una città appena fuori di Conakry, è stata una giornata di festa. Si è inaugurato un nuovo centro DREAM, dedicato in modo particolare alla prevenzione madre-bambino. Allo stesso tempo, un centro necessario anche per i tanti pazienti che finora affrontavano un viaggio lungo e faticoso per arrivare al centro DREAM di Conakry e che ora potranno disporre delle stesse cure più vicino alle loro case.

 
E’ un passo importante in un momento ancora difficile per la Guinea per una carente disponibilità di farmaci e di presa in carico di tanti malati di AIDS. Un sostegno dell’ONUSIDA permetterà a DREAM di accogliere in un primo periodo 30 donne positive in gravidanza per seguire il percorso completo di prevenzione della trasmissione del virus, mentre si lavorerà nel frattempo per cercare di aumentare la capacità di accoglienza.


Il centro è piccolo ma la speranza è grande, cosi come la gioia degli abitanti del quartiere che hanno aiutato nei giorni precedenti a rendere bello ed accogliente il luogo. L’ambulatorio è collocato in un grande cortile (per qualche tempo la struttura ha accolto una scuola), riparato ma vicino alla strada regionale più importante che conduce all’interno della regione della Guinea Marittima.


La Première Dame della Repubblica, M.me Djené Condé Kaba ha voluto presenziare all’inaugurazione e la cerimonia è stata seguita dalla televisione nazionale e da tante radio pubbliche e private.


Tre bambine di DREAM hanno accolto la Première Dame con il dono di una calebasse di noci di colah in segno di benvenuto mentre uno dei gruppi musicali più famosi di Conakry , Les Etoiles de Boulbinet, hanno rallegrato la cerimonia con musiche e balli tradizionali.


Si sono susseguiti poi vari interventi, che hanno sottolineato la bellezza e l’importanza del lavoro di DREAM in Guinea. In particolare la Première Dame ha voluto sottolineare l’alleanza tra la sua Fondazione e tutti i partners « particolarmente il programma DREAM della Comunità di Sant’Egidio, che da tanti anni sostiene la Repubblica di Guinea ». Al termine del discorso Eva, la prima bambina nata a DREAM, che ora ha quasi 5 anni ha offerto un bouquet di fiori e si è seduta accanto alla Première Dame.


La forza della testimonianza di Fatoumata Sylla, attivista di DREAM ha particolarmente colpito tutti i presenti : Fatou, che ha due bambini sani nati a DREAM, sarà la coordinatrice del nuovo centro e già in questo stesso giorno dell’inaugurazione alcune donne in gravidanza si sono rivolte a lei e hanno concordato un primo appuntamento.

Sono intervenuti inoltre il Prefetto , il Capo di Gabinetto in rappresentanza del Ministro della Salute, la responsabile dell’ONUSIDA in Guinea, tutti sottolineando la necessità di lavorare insieme, per il futuro dei bambini e delle mamme guineane.


Al termine dei discorsi la Premiere Dame ha tagliato il nastro e ha visitato il centro al suo interno, ha appreso la maniera di lavorare di DREAM dall’equipe, il sistema informatico, il ruolo degli attivisti di Je DREAM. Dopo una foto di gruppo con gli amici di Je DREAM e la partenza della PD la festa ha continuato tra danze e musiche che non è stato facile far cessare.


Martedi prossimo il centro aprirà le porte alle nuove pazienti in contatto con l’ospedale e il centro di salute materno infantile di Dubreka.