• Via di San Gallicano, Rome, Italy
  • (39) 06 8992225
  • dream@santegidio.org

Blantyre, Malawi – Corso di aggiornamento per le attiviste del programma DREAM della Comunita’ di Sant’Egidio

Dal 28 al 30 settembre si è tenuto a Blantyre, un corso di aggiornamento per gli oltre settanta attivisti e volontari impegnati negli undici centri di cura DREAM della Comunità di Sant’Egidio operativi in Malawi.
La recente adozione di nuove linee guida che estendono i criteri d’inclusione per il trattamento dell’HIV/AIDS ha reso necessario riunirsi insieme per fare il punto sulla situazione attuale e per riflettere insieme sulle nuove sfide per combattere la pandemia.
Quando nel 2005 il programma DREAM ha mosso i suoi primi passi in Malawi l’accesso alla cura non era certo per tutti; i centri di cura erano rari, la prevenzione verticale si praticava in pochi centri e con scarsi risultati perché affidata alla sola monodose di nevirapina e non esistevano servizi di laboratorio eccetto quelli forniti da DREAM.

Oggi lo scenario che si presenta è diverso: sicuramente è più facile accedere alla terapia antiretrovirale per i malati e per le donne incinte ma proprio per questo si rende necessario ed urgente trovare gli strumenti per far si che i pazienti in cura siano aderenti al trattamento e non abbandonino la terapia.
Il lavoro di “counselling peer to peer” e di testimonial degli attivisti formati da DREAM sono stati il punto di forza per gli straordinari risultati di aderenza ottenuti dal programma.
La sfida di oggi è diffondere il modello di cura di DREAM nel paese, in particolare nelle maternità dove è più difficile per le donne incinte (ignare del loro status di HIV positive fino al momento del test che si esegue nella maternità) accettare di intraprendere un trattamento che dura per tutta la vita per paura dello stigma, per il timore di rivelare ai partner e ai parenti la loro condizione o più semplicemente perché non ne capiscono la necessità ed il valore.

L’accrescersi della collaborazione con il sistema sanitario del paese e la conseguente diffusione della presenza di DREAM in molte maternità gestite dal governo, rende necessario un nuovo impegno mirato a diffondere informazioni e cultura sui problemi dell’AIDS per ottenere l’aderenza alla cura
Oltre a queste riflessioni, fatte a più voci con il contributo attivo dei partecipanti, durante il corso sono state tenute lezioni di approfondito sull’home care per i bambini, l’igiene perinatale e le corrette pratiche di allattamento, svezzamento e nutrizione.
Il corso è stato tenuto da docenti europei in collaborazione con lo staff locale di medici e professionisti di DREAM in Malawi, ormai esperti della materia dopo anni di lavoro e formazione sul campo e grazie alle nozioni apprese nei numerosi training tenutosi negli anni scorsi.
Un particolare spazio è stato dedicato anche alla spiegazione dell’utilità della pratica della circoncisione maschile come prevenzione della diffusione del virus HIV e per la prevenzione del carcinoma della cervice.
Le nuove conoscenze apprese consentiranno agli attivisti in Malawi di continuare a svolgere al meglio la preziosa attività di collegamento tra i centri di salute e la gente che vive nei villaggi e nelle aree urbane diffondendo in modo capillare informazioni importanti che aiuteranno a salvare sempre più bambini dal contagio dell’AIDS e a migliorare la condizione di salute della gente.

 

 

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail