• Via di San Gallicano, Rome, Italy
  • (39) 06 8992225
  • dream@santegidio.org

DREAM RAFFORZA IL SUO IMPEGNO PER IL DIRITTO ALLA SALUTE IN REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Il programma DREAM della comunità di Sant’Egidio sostiene la popolazione della Repubblica Democratica del Congo nella lotta all’HIV/AIDS implementando le sue attività diagnostiche in nuove aree del Paese.

Malaria, tubercolosi e HIV/AIDS sono ancora oggi malattie molto diffuse nella Repubblica Democratica del Congo. La situazione potrebbe migliorare in maniera netta aumentando i servizi di prevenzione e trattamento. Una necessità per il Ministero della Salute locale e per organizzazioni internazionali come il Fondo Globale contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria e PEPFAR, il piano di emergenza USA per la cura dell’AIDS, che si sono rivolti al Programma DREAM della Comunità di Sant’Egidio per favorire l’accesso alle cure in diverse province del Paese.

DREAM implementerà le proprie attività in diverse aree della Repubblica Democratica del Congo, in particolare nelle province di Goma, Bukavu, Kisangani, Kikwit, Mbuji-Mayi e Kalemie in Takanyika, Uvira in Sud Kivu. Qui il programma della Comunità di Sant’Egidio formerà personale in grado non solo di effettuare i prelievi, ma anche di contribuire alla creazione di un flusso di tracciabilità del sangue raccolto.

In questo modo, DREAM sosterrà la Repubblica Democratica del Congo a raggiungere l’obiettivo di attuare le disposizioni internazionali in materia di prevenzione e cura di HIV/AIDS secondo lo schema 90 90 90 di UNAIDS: entro il 2020 il 90% della popolazione stimata con HIV dovrà avere consapevolezza della propria situazione, il 90% delle persone sieropositive dovrà ricevere il sostegno della terapia antiretrovirale, il 90% dei pazienti in trattamento dovrà raggiungere la soppressione della carica virale.

Attualmente DREAM gestisce due dei quattro laboratori di biologia molecolare presenti nel Paese: uno a Mbandaka e uno Kinshasa. I pazienti presi in carica al 31 dicembre 2018 sono 3.000 e dal 2008, quando DREAM ha iniziato a lavorare in Repubblica Democratica del Congo, a oggi i campioni processati sono 77.000.

In Congo la Comunità di Sant’Egidio è in grado di processare un numero elevato di campioni anche grazie al metodo DBS (Dried Blood Spots), sistema che permette una agevole conservazione e spedizione del campione. La sfida, per i prossimi mesi, sarà quella di individuare un punto strategico per ogni provincia dove formare gli operatori, distribuire gli strumenti necessari per la raccolta del sangue e per la tracciabilità dei dati, avviando così una capillare attività di prevenzione su gran parte del territorio.

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail