In Mozambico,News

COVID19. L’intervista al Dr. Nurja riguardo la situazione in Mozambico

Il dr. Nurja, responsabile della clinica DREAM del Mozambico, ha risposto alle nostre domande riguardo la situazione pandemica nel paese.

In che situazione pandemica versa il Mozambico?

Il Mozambico è stato considerato a livello africano, uno dei paesi con il più alto aumento del numero di casi di Covid-19 nei primi 2 mesi del 2021.

Questa situazione si è aggravata anche a causa del nuovo ceppo di Covid dal Sudafrica?

Sicuramente lo è. Nell’anno 2020 i casi di infezione erano pochi, ma con l’allentamento di alcune misure di prevenzione durante la fine dell’anno e l’arrivo dei turisti sudafricani, i casi sono aumentati notevolmente. Quest’anno abbiamo molti casi di infezione.

Il Governo, attualmente, quale misure ha adottato per prevenire il rischio di contagio?

Ci sono misure preventive prese dal governo per vedere se il numero di infezioni diminuisce. Le scuole sono state chiuse fino alla settimana scorsa, i luoghi di culto sono ancora chiusi, abbiamo un coprifuoco dalle 21 alle 4 del mattino. Mercati chiusi la domenica. Negozi di liquori chiusi alle 13. Funerali molto limitati.

In che situazione versano i sistemi sanitari del Mozambico?

In Mozambico, poiché i casi stanno aumentando, dobbiamo aumentare la capacità di screening, diagnosi e trattamento della pandemia. Abbiamo centri di ricovero per pazienti da moderati a gravi, mentre i casi lievi vengono curati in ambulatori e abbiamo anche linee telefoniche che aiutano i pazienti a chiarire i dubbi e anche a ricevere consigli medici e linee guida dei passi da seguire.

Il programma DREAM come ha gestito questa emergenza? e come procede il lavoro ordinario del programma nel Paese?

Il programma Dream è stato impegnato nella lotta contro la pandemia fin dall’inizio. I centri DREAM si sono dovuti adattare alla nuova realtà. L’uso della mascherina è obbligatorio nel centro, il lavaggio delle mani all’entrata del centro, lo screening della temperatura e la registrazione. Abbiamo un ufficio per i pazienti con sospetto di Covid-19. Raccogliamo e trattiamo i campioni per il test Covid-19, che vengono inviati all’INS-MISAU. Il paziente riceve un messaggio sul suo telefono personale riguardo il risultato del test e il centro lo riceve via email e direttamente nel sistema DREAM che ci aiuta a fare il corretto follow-up e trattamento del paziente.

Qual è il ruolo di DREAM nella lotta al virus in Mozambico? e com’è cambiato il lavoro dall’inizio della pandemia?

Siamo impegnati e lavoriamo in partnership con MISAU, facciamo nel centro DREAM di Beira i test covidi per la regione centrale del paese.

Questione vaccini, ci puoi aggiornare sulla situazione dei vaccini in Mozambico? e che suggerimenti potete dare alle autorità competenti.

La campagna di vaccinazione è iniziata, nel paese e gli operatori sanitari sono attualmente vaccinati. Ma c’è un piano per estenderlo agli anziani nelle case di cura e anche ai diabetici iscritti entro la fine del 2020.